TRENINO ROSSO

TRENINO ROSSO

percorsotreninorossoLa Ferrovia Retica è una delle più famose linee ferroviarie a scartamento ridotto europee. Non è soltanto “un mezzo di trasporto” che comodamente porta i viaggiatori da un punto ad un altro, ma, soprattutto, è diventato negli anni un modo di vivere la natura comodamente seduti nella confortevoli carrozze e vedere, come in un film, scorrere i panorami della vallate alpine, le cascate e i torrenti che con il loro rumoreggiare fanno a gara con il cinguettio di innumerevoli tipi di uccelli, dalle simpatiche cinciallegre alle maestose aquile. La Ferrovia Retica si inerpica su montagne innevate, quasi sfidando la gravità, grazie al lavoro che l’uomo è riuscito a fare integrando grandi opere di ingegneria con l’ambiente circostante. Ecco allora il primo “salto”… il viadotto elicoidale che, partendo da Tirano (Italia) sulla linea del Bernina, incontriamo a Brusio (Svizzera). Una costruzione che permette al TRENINO ROSSO (come simpaticamente viene chiamato il Treno del Bernina) di superare agilmente un forte dislivello. Ma è solo l’inizio del viaggio…409-rhb5429web
La tratta che da Tirano (Italia) arriva a St. Moritz, nota località dei Grigioni, è un susseguirsi di paesaggi che vanno dai 429 metri s.l.m. della città aduana (con un passaggio in pieno centro accanto alla Basilica della Madonna) ai 2253 metri della stazione “Ospizo Bernina”, sull’omonimo passo, che divide la Val Poschiavo dall’Engadina. In questo percorso numerosi sono le possibilità di sostare e di fare passeggiate alternative come ad esempio la magnifica Val Roseg o la parallela valle del Morteratsch che consente di arrivare ai piedi dell’omonimo ghiacciaio.
La linea prosegue poi sulla “tratta dell’Albula” da St. Moritz (e Pontresina) al capoluogo grigionese di Coira (Chur) la più antica delle città svizzere. Anche questa tratta non lascerà deluso l’attendo viaggiatore. Ricordiamo solo il maestoso viadotto del Landwasser che con un’altezza di oltre 50 metri è una delle opere più importanti della linea (la costruzione è degli inizi del 1900).
La linea del Bernina e quella dell’Albula sono, dal 2008, patrimonio mondiale UNESCO.
Un viaggio sul Trenino Rosso merita la vostra attenzione!